Home » Turismo

La Strada dei Colori e dei Sapori

 

Il marchio Strade dei Colori e dei Sapori della Collina torinese

La Provincia di Torino ha sviluppato il progetto della Strada dei Colori e dei Sapori interessante il territorio dei comuni seguenti: Cambiano, Carmagnola, Chieri, Cinzano, Poirino, Pralormo, Riva presso Chieri, Santena congiuntamente con i Comuni rappresentati dall'Unione della Collina Torinese (Andezeno, Arignano, Baldissero T.se, Marentino, Montaldo T.se, Moriondo T.se, Pavarolo, Pecetto, Pino T.se e Sciolze) e il Parco Naturale della Collina Torinese.

Queste amministrazioni Comunali hanno dato origine al progetto Strade di Colori e Sapori, patrocinato e sostenuto finanziariamente dalla Provincia di Torino, per valorizzare il territorio collinare della zona sud di Torino e la sua naturale estensione nella pianura. Un territorio, comunemente denominato il Chierese, che si presenta estremamente ricco di attrattive di carattere ambientale, agricolo, storico, artigianale e culturale. Un ecosistema di pregio, sia sul versante paesaggistico, sia per la concentrazione delle biodiversità insite nel sistema ambientale, sia per la portanza storica, culturale ed architettonica degli insediamenti urbani.

L'area interessata dall'iniziativa Strade di colori e Sapori comprende la porzione di territorio ricompresa tra la Collina Torinese a sud di Torino, il Roero, la pianura del Cuneese e le colline del Basso Monferrato. Un paesaggio segnato da tre principali elementi:

l'area definita del Pianalto di Poirino, un territorio connotato geograficamente da un'area pianeggiante che si sviluppa, con un'estensione di circa 400 Km quadrati, a Sud-Est della Collina Torinese. La conformazione dell'Altopiano di Poirino, retaggio del Pleistocene, e la situazione della copertura limosa sabbioso-argillosa del primo sottosuolo di questi depositi fluviali antichi, ha fortemente condizionato l'attuale paesaggio agricolo zonale del territorio. Il tipico paesaggio delle terre rosse corrisponde a buona parte dei settori centrali e meridionali dell'Altopiano di Poirino, entro i territori compresi nelle perimetrazioni Comunali di Poirino; Pralormo, Isolabella, Cellarengo, Valfernera, Montà d'Alba, Ceresole d'Alba, Sanfrè, Sommariva Bosco. Il termine Pianalto è il frutto di una ricerca storica e geografica e connota un territorio ben definito nei suoi confini e con caratteristiche ambientali prevalentemente agricole.

l'area pianeggiante del Chierese, che rappresenta il lato orientale del digradare della collina torinese verso l'area dell'astigiano, con una conformazione che ne conferisce un aspetto di grane parterre dal quale il rilievo collinare si può percepire con particolare efficacia. Un paesaggio ancora denso di aperture visuali nel quale si collocano anche particolarità come le propaggini delle colline settentrionali con le conca del lago di Arignano e dove si possono trovare i paesaggi delle peschiere e delle ex cave di argille

la Collina Torinese, il rilievo di origine tettonica che si erge dalla piana collinare piemontese e che si caratterizza per una copertura boschiva di rilievo, oltre a paesaggi agrari ed ai vigneti che lentamente sono tornati a popolare con le loro geometrie i versanti collinari.
 
 
Quando
«    Maggio 2017    »
L
M
M
G
V
S
D
2
3
4
5
6
8
9
10
11
15
16
17
18
19
20
22
23